martedì 31 dicembre 2013

il poeta della libertà contadina


se avete un pò di tempo in queste ore di un fine d'anno convulso e depresso

vi consiglio questo articolo di Franco Arminio  su Rocco Scotellaro :

Leg­gendo i versi di Rocco Sco­tel­laro penso alla mia infan­zia, comin­ciata quando il mondo con­ta­dino stava finendo. Ma forse ho fatto in tempo a sen­tire qual­cosa che si sfor­zava di resi­stere, di non cam­biare. E allora adesso mi viene in mente quel tempo e que­sto, le loro dif­fe­renze. Penso alla vampa del foco­lare, penso alle nevi­cate not­turne, alle mat­tine in cui la neve rim­pic­cio­liva le fine­stre. Il paese di adesso è rag­giunto dalle imma­gini che calano dalle antenne. E nel com­pu­ter vedi quello che puoi vedere ovun­que. La vampa della tua esi­stenza non sem­bra più salire da un luogo ma solo dal tuo corpo.

venerdì 20 dicembre 2013

STRINGETE LA MANO CHE VI NUTRE - Buon 2014



Stringete la mano che vi nutre”

“ non appena lo fate, l'affidabilità torna ad essere una questione di rapporti umani invece che di normative, etichette o responsabilità legali.....


Più di un anno fa nel 2012 abbiamo avviato la sperimentazione del sistema di garanzia partecipativa SGP per promuovere una forma di garanzia , di trasparenza e certificazione interna al nostro mercato contadino. ( vedi documento allegato)

Abbiamo fatto delle riunioni e delle assemblee per spiegare di che cosa parlavamo. Chi aveva già realizzato queste esperienze in altre parti del mondo e in Italia e come potevamo avviarle anche noi.

Abbiamo discusso della necessità della gradualità della sperimentazione e della partecipazione.

Abbiamo fatto numerose visite , qualcuna anche ripetuta, e ascoltato i produttori, conosciuto i loro luoghi , i territori, le terre dove con passione e impegno si stanno dedicando ad una agricoltura sostenibile di qualità, resistendo in contesti a volte difficili.

Abbiamo anche appreso molto, di processi produttivi, di metodi, di tecnologie, di varietà, di colture, di storie, di tradizioni, di trasformazioni.

Abbiamo lavorato in gruppo e avremmo voluto essere molti di più. Abbiamo fatto questo lavoro faticoso con gioia e divertimento.

Abbiamo valutato e dato suggerimenti , consigli e raccomandazioni. Qualche volta abbiamo dovuto anche censurare qualche comportamento.

Abbiamo messo in discussione anche il nostro operato pensando che fosse in ogni momento perfettibile e disponibili a rettificarlo se sbagliato .

Ma abbiamo fatto solo una parte del lavoro . Non abbiamo terminato questo interessante sperimentazione sociale . Dovremo ulteriormente valutare le produzioni e dare maggiore trasparenza a ciò che stiamo facendo. Occuparci del prezzo giusto e del prezzo accessibile per non diventare nicchia.

Dovremo allargare la comunità responsabile e critica. Vogliamo promuovere questa esperienza anche con un convegno a Marzo.

Possiamo farlo solo con la partecipazione e la condivisione forte dei valori e dei principi che ci muovono. Con la massima coerenza .

E' una scommessa non facile. A rischio di sconfitta e fallimento.

Facciamo un ulteriore appello a stringerci la mano, guardarci negli occhi e impegnarci con onestà e intelligenza in un cammino comune. Di trasparenza, di cooperazione , di collaborazione , di impegno civico ed ecologico.


BUON 2014 a CortoCircuito e a tutti i suoi soci ricordandovi l'assemblea trimestrale del 19 Gennaio
Grazie per i commenti.

SE IL COMUNE REGALA LE TERRE

Se il Comune regala terra da coltivare

 veg
La Spezia – Il ritorno alla campagna non è solamente una aspirazione per chi non ne può più dello stressante trantran lavorativo, ma è soprattutto una questione che ha dimostrato tutta la sua valenza e attualità con i disastri causati dalle piogge autunnali degli ultimi anni. Proprio per questol’amministrazione comunale della Spezia ha deciso di avviare un percorso di recupero delle aree collinari attraverso il progetto ‘Campagna urbana’, che si inserisce in un più ampio contesto di iniziative. Un programma che passerà per l’assegnazione ad aziende agricole o a semplici cittadini dal pollice verde di aree comunali e demaniali e che vorrebbe presto coinvolgere anche i privati che non sono in grado di prendersi cura degli appezzamenti che possiedono.
Questa mattina la giunta ha approvato il testo dei bandi con i quali il Comune mette a disposizione in maniera quasi gratuita (sarà richiesto un canone simbolico, per questioni burocratiche connesse alla possibilità di ricevere eventuali contributi Ue) dieci ettari di terre disseminate sulla fascia collinare che circonda la città, da San Venerio al Montale di Marola, da Sarbia al Favaro, da Guarsedo a Fabiano. ( … ). Il progetto ‘Campagna urbana’ è un tassello di un disegno più complessivo di rigenerazione del territorio collinare che passa anche per la variante al Puc, con la quale è stata ridotta l’edificazione collinare, ma anche ‘L’arco e le frecce’, l’iniziativa tesa a valorizzare la rete di sentieri che collega il centro urbano con l’Alta via del golfo. ( … )
Gli Uffici tecnici del Comune hanno provveduto quindi ad individuare le aree di proprietà comunale da assegnare sulla base dei bandi quest’oggi deliberati. ( … ) Le aree collinari di potenziale uso agricolosono state valutate idonee per l’assegnazione in conduzione diretta in favore di coltivatori diretti, imprenditori agricoli o aziende agricole, in quanto destinate ad un utilizzo agricolo di tipo imprenditoriale. Le aree per gli orti collinari sono state valutate idonee per l’assegnazione in concessione in favore di singoli cittadini, gruppi o associazioni, in quanto destinate ad un utilizzo hobbistico e di tipo socio-culturale. Il Comune della Spezia ha redatto due bandi, condivisi con le associazioni di categoria (tra cui Coldiretti, Slow Food, Gas “L’aquilone”, Gas “Noialtri liberi apuani”, Gas “Progetto uomo”, Gas “Hourlupe”, Gas “Amici terra inquieta”, Gas “Magazzino operativo risorgimento” e Gas “Grano, acqua e sale”). ( … )

L’articolo completo è su Cittadellaspezia.com. (titolo originario Orti e coltivi, il Comune ‘regala’ dieci ettari di terreni collinari)
Grazie per i commenti.

giovedì 12 dicembre 2013

Domenica a CCf asta scec con oggetti di affezione ma in disuso, messi in vendita con lo scec al 100%
L'asta sarà preceduta da un introduzione su cosa è lo scec
Altra eccezionale sorpresa ci attende domenica....non potete mancare!

Appuntamento domenica 15 dicembre con Cortocircuitoflegreo al Giardino dell'Orco

Care/i
domenica 15 dicembre alle 10 al Giardino dell'Orco il nostro incontro mensile con produttori e artigiani della Filiera Corta.
Giornata ricca di nuove proposte e presenze relative ai temi che ci stanno a cuore: economia solidale e progetti solidali in primo piano !.
Tutto nella locandina allegata.
Che splenda il sole sul Giardino dell'Orco !

lunedì 9 dicembre 2013

VERSO LA SOVRANITA' ALIMENTARE

Perché investire nell’agricoltura familiare di piccola scala: cibo sano, redditi equi, gestione degli ecosistemi


Si terrà l'11 dicembre, nella Sala del Carroccio in Campidoglio, a Roma, dalle 14:30 alle 19:00, il seminario Nazionale "Perchè investire nell'agricoltura familiare di piccola scala: cibo sano, redditi equi, gestione degli ecosistemi - Dialogo tra la società civile e le isitituzioni", promosso da Terra Nuova e Crocevia, per la rete EuropAfrica, e il Comitato italiano per l'anno internazionale dell'agricoltura familiare promosso dal CISA (Comitato Italino per la sovranità alimentare). L'evento sarà l'occasione per il lancio della piattaforma della società civile e delle attività connesse al "2014 - Anno internazionale dell'Agricoltura familiare".
L’Anno Internazionale dell’Agricoltura Familiare è stato lanciato dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite lo scorso 22 novembre e ha come scopo prioritario quello di spingere i governi e le istituzioni locali a sostenere questo modello di produzione. Come già sottolineato nel più recente rapporto di sintesi di EuropAfrica La lotta degli agricoltori familiari per un sistema alimentare sostenibile, l’agricoltura familiare è un potentissimo antidoto all'insicurezza alimentare e ai cambiamenti climatici, in grado di nutrire l’80% della popolazione e di rispondere a improvvisi shock ambientali e sociali.
L’incontro intende essere il luogo di convergenza tra i punti di vista dei rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni contadine, passando in rassegna le proposte legislative e gli strumenti operativi per promuovere questo modello di agricoltura in Italia e  in Europa come in Africa.
Il seminario si rivolge a quanti si interessano, a vario titolo, al tema del diritto al cibo. In particolare, si indirizza alle istituzioni italiane,  ai membri del tavolo europeo per le negoziazioni nell'ambito del Comitato Mondiale per la Sicurezza Alimentare (CFS), alle ONG e al mondo accademico. Scopo precipuo dell’evento è consentire un dibattito inclusivo e partecipato sul tema, dando l’opportunità di identificare possibili risposte comuni in merito all'accesso alle le comunità rurali e i piccoli produttori, che da soli garantiscono la maggior parte del cibo che viene prodotto e consumato a livello mondiale.
L’incontro si inserisce nell'ambito del progetto EuropAfrica- verso la sovranità alimentare 

Grazie per i commenti.

giovedì 5 dicembre 2013

DIALOGO TRA I SENZA TERRA BRASILIANI E I MOVIMENTI ITALIANI

SABATO 7 DICEMBRE H10–>H13:30 
DIALOGO TRA I SENZA TERRA BRASILIANI E I MOVIMENTI ITALIANI 
Incontro con Joao Pedro Stedile
Il “Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra” è la più grande organizzazione contadina latinoamericana, è oggi presente in 24 Stati del Brasile e vi aderiscono circa un milione e mezzo di persone. Nasce nel 1984 con tre obiettivi fondamentali: la lotta per la terra, la riforma agraria e una profonda trasformazione sociale. Il MST nel corso di 30 anni ha dato vita a centinaia di occupazioni di terre e grazie alle sue lotte 370.000 famiglie hanno conquistato terra, casa e cibo, mentre 100.000 stanno lottando negli accampamenti.
Il MST ha sempre dimostrato grande interesse per le questioni internazionali, assumento un ruolo centrale nell’organizzazione dei Forum Sociali Mondiali. Ha cercato di favorire ogni possibile forma di collegamento tra i movimenti contadini dell’America Latina e del mondo (Cloc e Via Campesina) e tra i movimenti sociali brasiliani e latinoamericani (l’ALBA dei Movimenti Sociali), oltre ad essere presente con proprie brigate di lavoro in luoghi come Haiti, il Mozambico, la Palestina, il Venezuela, la Bolivia…. In occasione della presenza a Roma di Joao Pedro Stedile, tra i fondatori e massimi dirigenti del Movimento Senza Terra, gli amici italiani del MST propongono ai movimenti italiani un confronto aperto sulle lotte in America Latina e nel mondo, in gran parte comuni perché contro gli stessi avversari. Oltre a cogliere l’opportunità per conoscere le sfide che il MST sta attraversando nell’attuale congiuntura politica brasiliana, l’incontro vuole essere un momento di confronto e scambio con i movimenti italiani sulle diverse lotte per la difesa e le pratiche di riappropriazione.
Grazie per i commenti.

lunedì 2 dicembre 2013

E' TEMPO DI AUTOPRODUZIONE

Il tempo dell’autoproduzione

IMG_4098[1]uuu
Foto: Un momento del laboratorio di autoproduzione della pasta, fettuccine e maltagliati, presso lo spazio occupato Scup, a Roma, domenica 1 dicembre (promosso dal Laboratorio itinerante della decrescita durante il mercato Ecosolpop).
di Alberto Castagnola 
Autoproduzione. Con questo termine si indicano molteplici  attività tutte basate sul lavoro delle persone senza ricorrere alle macchine, anche le più semplici, utilizzando le proprie mani e acquisendo continuamente nuove conoscenze e nuove capacità, che un tempo erano condivise dalla quasi totalità degli abitanti del pianeta e che oggi si comincia a pensare che debbano essere riscoperte e riconquistate per ridurre l’apporto di ciascuno ai danni che gli essere umani stanno arrecando al pianeta.

lunedì 21 ottobre 2013

FA LA COSA GIUSTA 8-9-10 PALERMO

http://www.falacosagiustasicilia.org/index.php
Grazie per i commenti.

GENUINO CLANDESTINO 1-2-3 NOVEMBRE FIRENZE

1-2-3 NOVEMBRE FIRENZE – IL PROGRAMMA
Categories: General
GENUINO CLANDESTINO SBARCA A FIRENZE
programma GC
GENUINO CLANDESTINO
Incontro nazionale
Firenze, 31 ottobre- 3 novembre
 Nell’autunno 2009 la rivendicazione del diritto dei contadini ad autoprodurre trasformati dalle proprie materie prime porta alla campagna per i prodotti “genuini clandestini”. Questo tema suscita grande interesse e nasce la rete nazionale GENUINO CLANDESTINO per consentire il confronto tra le realtà di produttori e co-produttori che praticano l’agricoltura contadina e organizzano mercati autogestiti.
Ora questa campagna si è trasformata in una rete dalle maglie mobili di singoli e di comunità in divenire dove decine di coltivatori, allevatori, pastori,  artigiani si sono uniti per resistere alle logiche economiche e alle regole dell’agroindustria.  Oltre alle sue iniziali rivendicazioni, Genuino Clandestino propone alternative concrete al sistema capitalista vigente attraverso nuove forme di resistenza che si battono per il riconoscimento dell’agricoltura contadina insieme alle implicazioni in materia di alimentazione, sviluppo economico, sfruttamento del lavoro, salvaguardia dell’ambiente, accesso alla terra e all’acqua.
L’incontro nazionale di Genuino Clandestino di Firenze sarà incentrato sulle tematiche di Terra bene comune e quindi sull’opposizione alla vendita dei terreni pubblici e il recupero di questi attraverso un’agricoltura contadina di piccola scala , biologica e organica, fortemente relazionata con le comunità locali.
L’incontro si aprirà con un presidio in un luogo simbolo (e non solo…) dell’area fiorentina: l’azienda agricola di Mondeggi-Lappeggi, attualmente di proprietà della Provincia di Firenze che ha intenzione di venderla al miglior offerente. Situata su un colle a pochi Km da Firenze, è un azienda di più di 100 ettari, per lo più a uliveti e viti e versa oggi in stato di semi-abbandono, case coloniche comprese.
In questo luogo, tra l’altro bellissimo, vorremmo portare la manifestazione nazionale di Terra Bene Comune, a testimoniare che le terre pubbliche, ovvero del popolo sovrano, a questo devono restare!

I LUOGHI

Azienda Agricola Mondeggi-Lappeggi e Casa del Popolo di Grassina (comune di Bagno a Ripoli)
CSA nEXt Emerson, Via di Bellagio 15, Firenze (zona Castello)
Piazza SS Annunziata, Firenze (centro)
vedi mappa

INFO e LOGISTICA

http://genuinoclandestino.noblogs.org/
PROGRAMMA
GIOVEDI’  31 ottobre
Dalle 18,00, presso CSA nEXt Emerson
ACCOGLIENZA, per chi arriva da lontano e ha il tempo per prendersela con calma
Cena condivisa e chiacchiere

VENERDI’ 1 novembre
Ore 10,00, presso Azienda agricola di Mondeggi-Lappeggi
MONDEGGI BENE COMUNE: MANIFESTAZIONE IN CAMPO
Visita all’Azienda, semina dimostrativa di grano,
Ore 13,00 pranzo condiviso al sacco, ovvero: si mangia e si beve quello che ci siamo portati.
Dopo pranzo presentazione del Manifesto di Genuino Clandestino

Ore 16,00, presso Casa del popolo di Grassina
ASSEMBLEA TERRA BENE COMUNE FIRENZE: No alla vendita dei terreni pubblici
Proposte per l’utilizzo sociale e condiviso dell’azienda di Mondeggi-Lappeggi della Provincia di Firenze

Ore 20,30, presso CSA nEXt Emerson
CENA SOCIALE a prezzo politico
a seguire
Spettacolo teatrale LA VARIANTE DI VALICO di Wolf Bukowski (http://lavariantedivalico.blogspot.it/2013/01/presentazione.html)

SABATO 2 novembre
presso CSA nEXt Emerson

10,00 – 11,00
Cassa Depositi e Prestiti e terre agricole demaniali, un contributo di Antonio Tricarico di Re:Common

11,00 – 13,30
ASSEMBLEA APERTA SULLA CAMPAGNA TERRA BENE COMUNE
Manifesto per una campagna nazionale Terra Bene Comune
Quali pratiche e proposte vengono dai territori? Come comunicare la campagna? Condivisione delle proposte di azione.

13,30 – 14,30  Pranzo Sociale a prezzo politico

14.30 – 17,30 TAVOLI TEMATICI
1) Semi: scambio, saperi, legislazione europea
2) Il punto su garanzia partecipata e organizzazione dei mercati contadini
3) Abitare sulla terra: il diritto contadino all’autocostruzione dell’abitazione rurale e delle strutture funzionali al lavoro
4) Quale è il giusto prezzo dei prodotti agricoli contadini ?
5) La ridistribuzione dei terreni pubblici come risposta all’emergenza sociale e alla disoccupazione.
6)  La piattaforma dei beni comuni (vari comitati di difesa del territorio e dei beni comuni)  da Common Properties il secondo incontro nazionale PROPRIETA’ e TERRITORI.
Ore 18,00 ASSEMBLEA PLENARIA Genuino Clandestino
ore 20,30 – SI RI-MANGIA! Cena Sociale a prezzo politico
A seguire spettacolo teatrale IL FANTOCCIO MECCANICO del Teatro Contadino Libertario .
E poi Musiche e Canti Popolari
Nella saletta proiezioni: docu CHI DA? IL CIBO DA? LE REGOLE

DOMENICA 3 novembre

Ore 8,30 – 18,00 Presso Piazza SS. Annunziata a Firenze
Mercato CONTADINO con La Fierucola delle Lane

A sera, per chi vuole restare, accoglienza al CSA nEXt Emerson
Grazie per i commenti.

venerdì 13 settembre 2013

TERRAXCHANGE

Coltivare terre abbandonate

La proposta  di Marco Tacconi è semplice, ci sono tantissimi terreni agricoli incolti e abbandonati, perchè non sollecitare i proprietari che sono interessati a metterli a disposizione? Questi terreni potrebbero essere gestiti e utilizzati da qualsiasi persona o gruppo che voglia mantenerli produttivi. L’idea fondante è creare una rete di protezione verso aree degradate per arginare la perdita di terreni produttivi, ma anche l’incuria del proprio territorio, una delle cause principali di dissesti idrogeologici. Secondo i promotori del progetto non esistano terreni “improduttivi”. Ogni spazio privato e libero ha un valore che va oltre le valutazioni economiche. Ogni terreno merita protezione e cura. Il portale terraxchange.it cerca di trovare un coltivatore per ogni spazio agricolo disponibile. Marco Tacconi ha risposto ad alcune domande.

TUTTI GIU' PER TERRA-MADRE

Tutti giù per Terra-Madre

1010602_391393754303934_323042061_n
Aule e ludoteche al chiuso, addio. La nuova tendenza per gli asili nido è a contatto con la natura perché i bambini imparino fin da piccolissimi a relazionarsi con animali domestici, con le piante e la terra, mangiando prodotti stagionali a chilometro zero. Dagli ‘agrinido’, le strutture all’interno delle aziende agricole, a quelli cittadini dotati di spazi che accolgono orto, alberi da frutto e magari anche galline e conigli: e’ la pedagogia rurale, cioé l’approccio che porta i bambini più piccoli a vivere esperienze a stretto contatto con contesti naturali, in una fascia d’età fondamentale per la formazione della capacità cognitiva dell’individuo.

mercoledì 11 settembre 2013

15 SETTEMBRE 2013 RITORNO AL GIARDINO



15 SETTEMBRE 2013 AL GIARDINO DELL’ORCO
LAGO D’AVERNO 11 (RIVA SINISTRA) ORE 10  
Casella di testo:
Associazione della Filiera Corta Flegrea
Occasione di incontro, di conoscenza e di scambio con esperienze rurali e artigiane
PORTA  CON TE :   borse riutilizzabili ,  contenitori usati per i detersivi  alla spina,  bicchieri riutilizzabili per degustazioni.   Sarà possibile conferire in piccole quantità domestiche  olii esausti di cucina.  L’evento è a  RIFIUTI  ZERO

Ore 11.00  LATTE di mamma…il cibo con la filiera più corta che c’è.        I vantaggi dell’allattamento, come affrontare e superare ogni difficoltà” a cura de La Leche League - Lega per l’allattamento materno.
Incontro aperto a tutte le mamme e donne in attesa.

I soci che hanno sostenuto  il progetto del  Caffè TATAWELO potranno ritirarlo al desk di accoglienza

info:      cortocircuitoflegreo@gmail.com; tel.:  3480079773/0818543238/3382232871 
Grazie per i commenti.

CAMPAGNA ABITI PULITI



Grazie per i commenti.

martedì 10 settembre 2013

La Grande Abbuffata: cinema e cibo


malaze

Quarto,  mercoledi 11 alle Cantine Grotta del Sole (ore 19): “La Grande Abbuffata: concorso di cortometraggi a tema enogastronomico” a cura di Giuseppe Borrone, associazione Campi Flegrei a Tavola e Cantine Grotta del Sole. “La grande abbuffata” presenterà cortometraggi, della durata massima di 20 minuti, che esaltano il legame tra le immagini e il mondo del cibo e dell’enologia. Scopo della rassegna è quello di promuovere, attraverso il cinema, una riflessione sui valori di una corretta alimentazione,  nell’ ambito di un equilibrato rapporto con il territorio, la natura e l’ambiente. E anche di evidenziare il potenziale ironico e simbolico, oltre che la funzione storica e culturale del cibo e del vino nel racconto cinematografico. La proiezione dei corti finalisti, prevista per mercoledì 11 settembre, avverrà nei locali delle Cantine Grotta del Sole, storica azienda vitivinicola dell’area flegrea, da sempre attenta al mondo dell’arte e dello spettacolo, in una serata conviviale che culminerà con la proclamazione del miglior cortometraggio. Al vincitore, scelto da un’apposita giuria tecnica e dal pubblico presente in sala, andrà il premio messo in palio dalle Cantine Grotta del Sole. A seguire degustazione dei vini doc Campi Flegrei e finger food. Info: bogartmovie@libero.it – 3476277538

Grazie per i commenti.

venerdì 6 settembre 2013

ORTISTI DI TUTTO IL MONDO, UNITEVI !!


Gli orti di tutto il mondo

«Ho viaggiato in Italia e in Europa per visitare gli orti comunitari – scrive Mariella Bussolati, autrice di Orto diffuso (orme Edizioni) -, fotografarli, fare video e interviste per capire come mai gli abitanti delle città europee stessero animando un movimento sempre più grande e sempre più connesso, che rivendica gli spazi abbandonati non per fare parchi ma per nutrire la terra, i quartieri, la gente». Mariella ha scoperto che sono in molti a pensare che un cavolfiore possa essere più potente di un pugno chiuso, fragole e insalate possono diventare il simbolo di una lotta contro la finanza planetaria o gli interessi degli speculatori edilizi. «Sta accadendo proprio ora, nei vari insediamenti di Occupy, da New York a Toronto a Roma». 

FLEGREI YOUTH IN ACTION - BIODIVERSITY II - SAMOS GREECE 2013

CI SONO ANCORA DUE POSTI  X GIOVANI DAI 20 AI 25 ( DI CUI 1 ANCHE FINO A 30)
CONTATTARE  gennaro  altromodoflegreo@libero.it


Grazie per i commenti.

mercoledì 4 settembre 2013

NO ALLA SPECULAZIONE SUI PREZZI DEL CIBO


Gli attivisti di "Friends of the Earth Europe" vestiti da banchieri con in mano una pannocchia hanno manifestato davanti alla sede del Parlamento Europeo a Bruxelles contro la speculazione sui prezzi del cibo nel giorno in cui si aprono i negoziati sulla riforma della direttiva MiFid volta alla costruzione di un mercato finanziario integrato efficace e competitivo all'interno dell'Unione Europea

Grazie per i commenti.

CORTO & FIENO Edizione 2013




http://www.cortoefieno.it/

Grazie per i commenti.

venerdì 2 agosto 2013

giovedì 1 agosto 2013

RIVOLUZIONE IN BICI

RIVOLUZIONE SU DUE RUOTE -ITALIA CHE VA A parte una buona dose di coraggio, per cambiare profondamente il volto di una città basta un numero magico ( il numero 30) e non ci vogliono nemmeno troppi soldi. A Parigi, per esempi, con solo , 2,6 milioni di euro di stanziamenti, l'amministrazione di Bertrand Delanoe ha messo a punto un piano rivoluzionario. Un Format esportabile in qualunque città europea ( Italia compresa) : dal prossimo settembre su 560 km di rete stradale il limite max di velocità consentito alle automobili sarà di 30 km/h ( il 37% delle strade cittadine) . Il nuovo piano “ La rue en partage” ( la strada in condivisione) non dovrebbe essere un dramma, eppure le questioni della mobilità urbana provocano sempre accesi dibattiti politici e sociali. Anche a Parigi. Per semplificare, da una parte ciclisti che rischiano la vita dall'altra adepti del culto motorista sempre più rancorosi e su di giri. E dire che in nessuna metropoli europea la media di km percorsi da un auto ingolfata nel traffico si avvicina al numero magico: ovunque la bicicletta è il mezzo più veloce per spsotarsi nelle aree urbane. A Parigi questo limite verrà fissato in una trentina di quartieri, che vanno ad aggiungersi ad altre settantaquattro zone della città dove la velocità è già regolata in questo modo. Ma non c'è limite al meglio: nelal capitale francese sono già attivi ventitre “zone di incontro” dove le auto non possono superare i 20 km/h; qui pedoni e ciclisti sono padroni della strada, e le automobili sono “ avvisati” da strisce bianche perpendicolari alla carreggiata formate da piccoli rettandoli tipo pixel,............... Luca Fazio dal Manifesto 1 agosto 2013

giovedì 25 luglio 2013

TERRA E' LIBERTA'

TERRA E' LIBERTA'.

Rivoltiamo le città, diamoci all'orto.

Saremo stati qualche decina nella simbolica occupazione del Borghetto San Carlo, 22 ettari di terreno agricolo di proprietà comunale sulla via Cassia fra la Storta e la Giustiniana a Roma, abbandonato dall'istituzione e rivendicato all'uso pubblico di un gruppo di cooperative di giovani agricoltori.
Ma eravamo virtualmente almeno diecimila, tante quante sono le firme che le coop. Terra!, Da Sud, e Coraggio ( cooperativa romana giovani agricoltori) hanno consegnato al Sindaco Marino e agli assessori all'urbanistica e al patrimonio del Comune di Roma. Gli interventi che si sono susseguiti nel piccolo spazio di terreno liberato oltre il filo spinato e dietro il cancello ostinatamente chiuso e arruginito, hanno sottolineato la disponibilità espressa dai nuovi rappresentanti delle istituzioni; municipi, comune e regione sono adesso su una stessa lunghezza d'onda, il clima può cambiare , il collegamento con altre esperienze vicine per restare a Roma nord, quella di Volusia o quella ormai radicata di Cobracor, e sopratutto l'idea che riprendere in mano il grande patrimonio delle terre libere comunali non è solo un occasione produttiva, occupazionale e di servizi ma configura anche una diversa prospettiva sulla città .
Roma , il terzo comune agricolo dell'Europa, l'agricoltura ce l'ha dentro e – come tante metropoli in crisi in tutto l'occidente – può farne un elemento di ripresa non solo economico ma anche , forse sopratutto, culturale e ambientale.
Se per generazioni i contadini sono stati i custodi della terra e i creatori e portatori di preziosi saperi (troppo spesso disprezzati : c'è anche il disprezzo di classe verso i contadini e la loro fatica tra le ragioni dell'abbandono dell'agricoltura), gli agricoltori di oggi si sentono pienamente integrati in una cultura urbana in trasformazione
.....................................................continua sul MANIFESTO
…...........................................

di Alessandro Portelli -Reportage L'ITALIA CHE VA dal Manifesto 25 Luglio 2013
Grazie per i commenti.

martedì 16 luglio 2013

Domenica CortoCircuito flegreo ad Ortigami Agnano

21 luglio 2013 dalle ore 17 fino a notte fonda nel Giardino Ortigami dei Friarielli Ribelli Agnano Napoli
CortoCircuito flegreo Associazione della Filiera Corta Flegrea
Occasione di incontro, di conoscenza e di scambio con esperienze rurali e artigiane
In collaborazione con  Friarielli Ribelli
presso Ortigami ad Agnano, via Cavone degli Sbirri (seguire il confine dell'ippodromo via De Ruggiero e le indicazioni Hippo Hotel, girare subito a sinistra passando sotto il cavalcavia della tangenziale e seguendo i cartelli Ortigami).
L’evento è a RIFIUTI ZERO per questo PORTA CON TE : borse riutilizzabili , bicchieri, piatti e posate (rigorosamente riciclabili). Proposte di detersivi ecologici autoprodotti e come utilizzarli.
Sarà possibile conferire olii esausti di cucina.
Il programma della giornata:
Dalle 17 in poi mercato contadino
Alle 20 spettacolo per piccini e grandi con il Mago Penna
Cocomerata offerta a tutti & Musica
… e tanto altro ancora !
Venite a trovarci troverete l’accoglienza amichevole di sempre e tante provocazioni per lo spirito e lo stomaco …
http://cortocircuitoflegreo.blogspot.com
info: cortocircuitoflegreo@gmail.com;
tel.: 3480079773/0818543238/3382232871
Grazie per i commenti.

giovedì 4 luglio 2013

IL RAP DELLA PERMACULTURA



http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=GTuoo1X0YfYGrazie per i commenti.

L'ALTRA VIA

La via molto diversa dei contadini

Spesso i riflettori del mondo si puntano per giorni su meeting inutili che servono solo a scattare le foto di rito e convocare l’incontro successivo. Completamente ignorati dai media, invece, i delegati di quasi 200 organizzazioni contadine di 88 paesi del mondo hanno deciso cose che avranno conseguenze immediate e di enorme rilevanza. Strano, perché i contadini non dovrebbero esistere, la loro scomparsa, ricorda Gustavo Esteva, è stata annunciata più volte come inevitabile risultato della modernizzazione. La Via Campesina esiste da venti anni ed è il più grande movimento sociale del nostro pianeta. Forse i giornali e le tv non lo sanno

Di Gustavo Esteva
ft-campesinosDa Jakarta è arrivata un’aria fresca che i media hanno trascurato e noi appena percepiamo. La deludente riunione del G-8 ha concentrato su di sé i riflettori di questi giorni, sebbene i magri risultati abbiano obbligato i media a riempire gli spazi con notizie come quella sull’intensa disputa tra Barack Obama e Vladimir Putin…per l’utilizzo privato della palestra dell’hotel in cui erano alloggiati (ha vinto Obama). Non è venuto fuori nulla di rilevante da lì. E nemmeno dalla precedente riunione sull’alimentazione è uscito qualcosa di importante.

martedì 2 luglio 2013

IO SBARCO


UN GRANDE SUCCESSO DI CONTENUTI E RIFLESSIONI
Dal 28 al 30 giugno il tredicesimo incontro nazionale dell'Economia Solidale ha ospitato a Monopoli circa 400 operatori provenienti da tutta Italia. Centinaia anche i curiosi che hanno partecipato alla Fiera degli attori solidali che ha animato il lungomare della città pugliese


venerdì 28 giugno 2013

NON E' UN PAESE PER AGRICOLTORI

AGRICOLTURA / CONSUMO DI SUOLO / DISSESTO IDROGEOLOGICO

L’Italia non è un più un Paese per agricoltori by SALVIAMOILPAESAGGIO on giu 26, 2013

 Cemento, burocrazia e costi alle stelle allontanano i giovani dalla terra. Mentre aumenta la nostra dipendenza alimentare da Cina ed Est Europa Nel mainstream mediatico sono molti i casi raccontati di operai lasciati in cassa integrazione, lavoratori licenziati da aziende in crisi, di suicidi fra imprenditori ma c’è un aspetto di questo impasse economico che viene poco trattato: la strage silenziosa delle aziende agricole di cui non si hanno stime numeriche affidabili.

venerdì 14 giugno 2013

giovedì 6 giugno 2013

la passion du pain

la passion du pain”
 un appuntamento imperdibile!
 prima volta al sud
Martedì 11 Giugno dalle 10°° alle 18°° c/o Terra & LibertàMontella (AV)
i CONTADINI FORNAI di Terra & Libertà
incontrano
i CONTADINI FORNAI FRANCESI
una “lezione magistrale” con
NICHOLAS SUPIOT
tradotta in italiano, in cui verranno mostrate tutte le fasi della panificazione con pasta madre,
su come ”PANIFICARE I GRANI ANTICHI” un’occasione unica d’imparare perché e come panificare grani deboli in glutine e ricchi di nutrienti

Fondatore del movimento dei Paysans Boulangers e protagonista del video “Les Blés d’or”, ha salvato centinaia di varietà di grano che coltiva e panifica nella sua fattoria in bretagna con un metodo speciale per valorizzare i nutrienti. Grazie al suo approccio sistematico ed olistico alla panificazione, è in grado di fornire strumenti per migliorare il proprio pane e/o adattare il metodo di panificazione  ai grani locali antichi.
è gradito un contributo di 25€ per sostenere l’iniziativa

in giornata durante le pause condividiamo cibo genuino, noi facciamo pizze contadine con grani antichi e quello che ci passa per la testa…
possibilità di ospitalità con sacco a pelo in stanza comune per chi volesse arrivare il giorno prima.


Info & prenotazioni: Gianpietro, 3289739045 kapaelion@libero.it
Giovanni 3280668576giovannidigenua@tiscali.it
Accoglienza Rurale “Terra&Libertà”
Sp 386 n. 66, Loc S.Francesco a Folloni, Montella (AV)








Grazie per i commenti.